skip to Main Content
+39 339 644 5839 alessiapiazza@hotmail.com - info@alessiapiazza.com

“Nessun intervento che toglie potere alla persona sopravvissuta a un trauma può portare alla guarigione, non importa quanto possa inizialmente sembrare favorevole.”  

Judith L. Herman  

 

Il Trauma Center Trauma-Sensitive Yoga (TCTSY) nasce all’interno del Trauma Center di Brookline (U.S.A.) per aiutare le persone con diagnosi di Disturbo Post Traumatico da Stress (noto anche come PTSD) e le persone sopravvissute a storie di trauma complesso. Il TCTSY promuove infatti un tipo di Yoga più coerente con le difficoltà che nascono a seguito di eventi traumatici (o condizioni traumatiche), tortura, violenza e abuso.

Come precisato da David Emerson, autore del TCTSY e direttore del Center for Trauma and Embodiment al Justice Resource Institute, un numero crescente di studi ha inequivocabilmente dimostrato i benefici dello Yoga per molti problemi medici (per esempio il diabete, l’artrite, la fibromialgia e il cancro) e per problemi legati alla salute mentale (per esempio la depressione e l’ansia).

Inizialmente in collaborazione con Bessel van der Kolk del Trauma Center, Emerson ha sviluppato un modello di Yoga più vicino alle esigente delle persone con una storia di trauma complesso.

A seguito di numerose ricerche, iniziate nel 2003 all’interno del Trauma Center, il TCTSY è risultato essere un’importante risorsa terapeutica per le persone che soffrono di disturbo da stress post-traumatico e che hanno anche una storia di trauma complesso.

I sopravvissuti al trauma descrivono alcune sensazioni fisiche come intollerabili, hanno problemi nella regolazione degli impulsi, deficit di attenzione, sintomi dissociativi, scarsa consapevolezza interocettiva (esperienza interna) e una negativa percezione di loro stessi.

Lo Yoga, definito nel TCTSY come una combinazione di posture (o forme), focus sul respiro e mindfulness, sembra essere un utile complemento nel trattamento del trauma.

Il modello TCTSY ha come intento quello di creare uno spazio per le persone sopravvissute e favorire l’esplorazione della possibilità di scelta e dell’empowerment (potenzialità), uno spazio potenzialmente sicuro in cui poter gradualmente esplorare l’esperienza interna.

Sono facilitatore di Trauma Center Trauma-Sensitive Yoga (TCTSY-F) certificato presso il Center for Trauma and Embodiment al Justice Resource Institute (MA, U.S.A.).

 

Il TCTSY è aperto a ogni tipo di persona, indipendentemente dall’età, dall’identità di genere, dall’etnia, dal tipo di corpo e di abilità fisica.

 

www.traumasensitiveyoga.com

www.tctsyitalia.com

Pagina Facebook: TCTSY Italia

Back To Top